• testata01
  • testata02
  • testata03
  • testata04
  • testata05
  • testata06

Circolare 019 - INDICAZIONI OPERATIVE PER LE VACCINAZIONI OBBLIGATORIE E LA FREQUENZA SCOLASTICA

Ai Genitori / Tutori degli alunni

Ai Docenti

Al personale ATA

Al DSGA

All'Albo on line

OGGETTO: INDICAZIONI OPERATIVE PER LE VACCINAZIONI OBBLIGATORIE E LA FREQUENZA SCOLASTICA.

In attuazione del Decreto Legge n. 73 del 7 giugno 2017, convertito con modificazioni dalla Legge 31 luglio 2017, n. 119, recante disposizioni urgenti in materia di prevenzione vaccinale, e facendo seguito alle circolari n. 25146 del 14/08/2017 e n. 2533 del 16/08/2017 del Ministero della Salute nonché delle Circolari MIUR n.1622 del 16/08/2017 e n.1679 del 1/9/2017, si comunicano le disposizioni e gli adempimenti per ottemperare alla normativa vigente. Le vaccinazioni obbligatorie per i minori di età compresa tra zero e sedici anni. La Legge 119 del 31 Luglio 2017 estende a 10 le vaccinazioni obbligatorie per l'iscrizione per tutte le alunne e gli alunni di età compresa tra zero e sedici anni (ovvero 16 anni e 364 giorni) e per i minori stranieri non accompagnati in base alle specifiche indicazioni contenute nel Calendario vaccinale nazionale vigente nel proprio anno di nascita:

  1. anti-poliomielitica
  2. anti-difterica
  3. anti-tetanica
  4. anti-epatite B
  5. anti-pertosse
  6. anti-Haemophilus influenzae tipo b
  7. anti-morbillo
  8. anti-rosolia
  9. anti-parotite
  10. anti-varicella.

Ne consegue che, in particolare:

  • per i nati dal 2001 al 2004: vi è l'obbligo di effettuare, ove non siano già state somministrate, oltre alle quattro vaccinazioni già imposte per legge (anti-epatite B, anti-tetano, anti-poliomielite, anti­difterite), l'anti-morbillo, l'anti-parotite, l'anti-rosolia e l'anti-pertosse, l'anti-Haemophilus influenzae tipo b che sono vaccinazioni raccomandate dal Calendario vaccinale di cui al D.M. 7 aprile 1999;
  • per i nati dal 2005 al 2011: vi è l'obbligo di attenersi al Calendario vaccinale incluso nel Piano Nazionale Vaccini 2005-2007 che prevede, oltre alle quattro vaccinazioni già imposte per legge, anche l'anti-morbillo, l'anti-parotite, l'anti-rosolia, Fanti-pertosse, e l'anti-Haemophilus influenzae tipo b;
  • per i nati dal 2012 al 2016: dovranno attenersi al Calendario vaccinale incluso nel Piano Nazionale Prevenzione Vaccinale 2012-2014 e, quindi, effettuare obbligatoriamente, oltre alle quattro vaccinazioni già imposte per legge, anche l'anti-morbillo, l'anti-parotite, l'anti-rosolia, Tanti-pertosse e l'anti-Haemophihis influenzae tipo b;
  • per i nati dal 2017 in poi: dal momento che il 19 gennaio 2017 è stato approvato il nuovo Piano Nazionale Prevenzione Vaccinale 2017-2019, oltre alle quattro vaccinazioni già imposte per legge, dovranno effettuare obbligatoriamente l'anti-morbillo, l'anti-parotite, l'anti-rosolia, l'anti-pertosse,l'anti-Haemophilus influenzae tipo b e l'anti-varicella.

Adempimenti vaccinali per l'iscrizione alle istituzioni scolastiche: presentazione della documentazione

Al fine di rendere effettivo l'obbligo vaccinale, i dirigenti scolastici sono tenuti a richiedere ai genitori esercenti la responsabilità genitoriale, ai tutori e ai soggetti affidatari di minori di età compresa tra zero e sedici anni:

  1. a.   la presentazione di idonea documentazione comprovante l'effettuazione delle vaccinazioni obbligatorie previste dal decreto-legge in base all'età: copia del libretto delle vaccinazioni vidimato dal competente servizio della ASL ovvero il certificato vaccinale, oppure l'attestazione datata rilasciata dal competente servizio della ASL, che indichi se il soggetto sia in regola con le vaccinazioni obbligatorie previste per l'età.

OVVERO

  1. b.la presentazione di idonea documentazione comprovante l'esonero, l'omissione o il differimento delle vaccinazioni obbligatorie.

Esonero: il minore è esonerato dall'obbligo di vaccinazione in caso di immunizzazione a seguito di malattia naturale, che potrà essere comprovata in due diversi modi, tra loro alternativi:

  1. presentando copia della notifica di malattia infettiva effettuata alla ASL dal medico curante, come previsto dal decreto ministeriale 15 dicembre 1990. Tale notifica è disponibile presso i Servizi di Igiene Pubblica della ASL presso la quale è stata effettuata;
  2. presentando attestazione di avvenuta immunizzazione a seguito di malattia naturale rilasciata dal Medico di Medicina Generale o dal Pediatra di Libera Scelta del SSN.

Omissione o differimento: le vaccinazioni obbligatorie possono essere omesse o differite ove sussista un accertato pericolo per la salute dell'individuo, in relazione a specifiche condizioni cliniche documentate che controindichino, in maniera permanente o temporanea, l'effettuazione di una specifica vaccinazione o di più vaccinazioni. Tali specifiche condizioni cliniche devono essere attestate dal Medico di Medicina Generale o dal Pediatra di Libera Scelta.

OVVERO

  1. c. la presentazione di formale richiesta di vaccinazione alla ASL territorialmente competente, secondo le modalità consentite dalla stessa ASL per la prenotazione.

Pertanto:

  • i nati negli anni dal 2001 al 2011 hanno l'obbligo di assolvere agli adempimenti documentali per l'anti-epatite B, l'anti-tetano, l'anti-poliomielite, l'anti-difterite, l'anti-pertosse, l'anti-morbillo, l'anti-rosolia, l'anti-parotite e l'anti-Haemophilus influenzae di tipo B;
  • i nati dal 2012 al 2016 hanno l'obbligo di assolvere agli adempimenti documentali per Tanti-epatite B, Tanti-tetano, Tanti-poliomielite, Tanti-difterite, Tanti-pertosse, l'anti-Haemophilus influenzae tipo b, l'anti-morbillo, Tanti-rosolia e Tanti-parotite;
  • i nati dal 2017 hanno l'obbligo di assolvere agli adempimenti documentali per Tanti-epatite B, Tanti-tetano, Tanti-poliomielite, Tanti-difterite, Tanti-pertosse, l'anti-Haemophilus influenzae tipo b, Tanti-morbillo, Tanti-rosolia, Tanti-parotite e Tanti-varicella.

La documentazione di cui alle lettere a), b) o c) deve essere presentata, per l'anno scolastico 2017- 2018:

  • entro il 31 ottobre 2017 per la scuola dell'obbligo.

La documentazione, quindi, dovrà essere acquisita anche per le alunne e gli alunni che già sono iscritte e iscritti e frequentano l'istituzione scolastica. Per comprovare l'effettuazione delle vaccinazioni obbligatorie potrà essere presentata una dichiarazione sostituiva resa ai sensi del D.P.R. 28 dicembre  2000, n. 445 (cosiddetta autocertificazione, facsimile in Allegato  1); in tale caso, la documentazione attestante l'avvenuta vaccinazione dovrà comunque essere prodotta entro il entro il 10 marzo 2018.

N.B. Tali adempimenti valgono anche per i minori non residenti e non domiciliati in Italia che frequentano un istituto scolastico italiano.

Mancata presentazione della documentazione

La mancata presentazione della documentazione nei termini previsti deve essere segnalata, entro i successivi dieci giorni, dai dirigenti scolastici alla ASL territorialmente competente che avvierà la procedura prevista per il recupero dell'inadempimento. Si evidenzia che, in ogni caso, la presentazione della documentazione di cui alle lettere a), b), e c) costituisce requisito di accesso alla scuola dell'infanzia, pertanto la mancata presentazione della documentazione   attestante   l'adempimento   degli   obblighi   vaccinali   comporterà   la   decadenza dell'iscrizione.

Diversamente, per gli altri gradi di istruzione, e precisamente per quelli dell'obbligo, la presentazione della predetta documentazione non costituisce requisito di accesso alla scuola (scuola primaria, scuola secondaria di primo grado, scuola secondaria di secondo grado, centri di formazione professionale regionale) o agli esami. La scuola dovrà segnalare alla ASL territoriale di competenza la mancata presentazione della documentazione.

PROCEDURE SCUOLA SECONDARIA II GRADO

I genitori/tutori degli alunni delle scuole Secondarie di II grado dovranno presentare alla segreteria della scuola l'autocertificazione o copia del libretto vaccinale oppure documentazione della vaccinazione differita, oppure stato di immunizzazione oppure richiesta all'ASL di prenotazione entro e non oltre il 31 ottobre 2017.

Per l'autocertificazione si può utilizzare il modello allegato.

La mancata presentazione di quanto sopra permette l'accesso a scuola, ma il Dirigente scolastico dovrà segnalare la violazione all'ASL, che contatterà i genitori/tutori per un appuntamento. Se il genitore/tutore non provvederà, l'ASL contesterà formalmente l'inadempimento. In questo caso, è prevista una sanzione amministrativa pecuniaria da euro cento a euro cinquecento. Entro il 10 marzo 2018 deve essere presentata la documentazione comprovante l'avvenuta vaccinazione

OPERATORI SCOLASTICI

L'art. 3, co. 3-bis, del decreto-legge dispone che, entro il 16 novembre 2017, gli operatori scolastici presentino alle Istituzioni scolastiche presso le quali prestano servizio una dichiarazione sostitutiva resa ai sensi del d.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445, comprovante la propria situazione vaccinale, utilizzando il modello di cui all'allegato 2.

Al fine di informare le famiglie In merito all'applicazione dei nuovi obblighi vaccinali, il Ministero della Salute ha messo a disposizione il numero verde 1500 e un'area dedicata sul sito istituzionale all'indirizzo

http://www.salute.gov.it/vaccini

Allegati:

Allegato 1: Autocertificazione famiglie

Allegato 2: Autocertificazione operatori scolasticifamiglie

Allegati:
Scarica questo file (all  2.docx)Allegato 2[ ]21 kB
Scarica questo file (all  1.docx)Allegato 1[ ]22 kB

Contatti

Home
Via Emerico Fazio, 1
90143 Palermo
Phone
T. +39 091 547003
F. +39 091 6371604
 
Email
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Seguici su Facebook